Allenamento in gravidanza

15 Ago di Orsino

Allenamento in gravidanza

L’esercizio in acqua per la gravidanza è una strategia di preparazione psico-fisica al momento del parto. Oggi esistono numerosi corsi che aiutano le donne a raggiungere la consapevolezza necessaria ad affrontare con serenità il momento del “dare alla luce” il proprio figlio.

È importante praticare attività motoria in gravidanza per i cambiamenti corporei che comporta la gravidanza, all’apparato locomotore, alla postura e al sistema cardiovascolare della donna incinta. Di conseguenza a questi mutamenti, vi sono diverse regioni del corpo che possono subire l’influenza positiva ed i condizionamenti auspicabili dell’attività fisica motoria sportiva.

Esercizio in Acqua

Il periodo di gestazione dev’essere interpretato come una fase di preparazione al parto, sia fisica che psicologica. In tal senso, l’ambiente acquatico offre evidenti vantaggi e benefici sia alla madre che al nascituro, in quanto l’acqua è l’elemento inorganico più abbondante in natura e costituisce una matrice imprescindibile per la vita stessa.

Posto che l’attività fisica è fondamentale per la salute di ogni individuo, lo è senza alcun dubbio anche per la gestante che, in questa particolare situazione, ha una maggior tendenza alla sedentarietà. Per questo l’esercizio motorio in acqua può considerarsi “ideale” per la gestazione e la preparazione al parto.

Alcune criticità

Le criticità dell’allenamento fisico in gravidanza sono legate ad eventuali gravidanze a rischio, ad un eventuale impegno eccessivo e alle problematiche che potrebbero comportare cadute o traumi di ogni genere. È poi bene muoversi con ragionevolezza, allenandosi moderatamente, visto che un’attività fisica eccessiva da parte della madre potrebbe inoltre consumare troppo ossigeno e nutrimento, causando una riduzione dell’afflusso alla placenta e/o una situazione di ipertermia del feto.

Parlando di quelle specifiche dell’esercizio in acqua, più che di criticità, sarebbe bene parlare di accortezze o attenzioni necessarie, come la temperatura e l’igiene della piscina (luogo ideale in cui svolgere la ginnastica in acqua). Il livello di riscaldamento “ideale” per la pratica degli esercizi motori in gravidanza dovrebbe essere intorno ai 30-31 °C. Lo stato igienico dell’ambiente è determinante, così come importantissimo è l’atteggiamento delle future madri. Infine è consigliabile alle donne gravide di praticare esercizio in acqua seguite da un professionista, mai da sole.

Alcune criticità
Alcune criticità

Vantaggi e Benefici dell’esercizio in acqua in gravidanza

L’esercizio in gravidanza promuove la circolazione sanguigna e la funzione respiratoria, che portano ad una migliore ossigenazione, oltre che dei tessuti della madre, anche della placenta e quindi del feto. Qualunque forma di ginnastica in gravidanza è in grado di migliorare il tono dell’umore, contrastando sintomi depressivi, ansiosi e prevenendo la comparsa di depressione post partum. Da non trascurare, l’eventualità che l’attività fisica in gravidanza possa ridurre la percezione del dolore durante il travaglio, grazie alla secrezione costante di beta-endorfine, sostanze in grado di innalzare la soglia personale di tolleranza al dolore.

L’allenamento in acqua è l’esercizio di preparazione ideale per coloro che desiderano partorire nell’acqua. Nel contesto della preparazione al parto, eventuali tecniche di rilassamento vengono particolarmente facilitate dall’immersione, migliorando in efficacia. Non dimentichiamo che l’immersione in acqua calda è un mezzo efficace per calmare le tensioni muscolari, nervose e per conciliare il sonno.

Dal punto di vista “strettamente motorio”, il vantaggio principale dell’esercizio in acqua rispetto a quelli a terra è il minor carico articolare sulla schiena, sulle anche, sulle ginocchia e sulle caviglie. Non di meno, molte donne affermano che allenandosi in acqua si riduca il gonfiore delle gambe rispetto alle esercitazioni a terra. In linea generale, grazie all’impatto positivo sia sulla mente che sul corpo della madre, l’esercizio in acqua offre molteplici benefici per il nascituro.